Pubblicato in: Giornalismo

È il Purple Day: perché il mondo si veste di porpora


image

image

image

È un mondo Purple oggi. E il perché è presto detto: il colore, legato al cervello, è stato scelto da una ragazzina affetta da epilessia, per sensibilizzare più persone possibili in merito a questa patologia (queste, se ne calcolano una quarantina). Ogni Paese ha una sua giornata legata soprattutto alla ricerca (in Italia si è tenuta il 9 febbraio), ma Cassidy Megan – questo il nome della piccola – ha voluto di più, ha fatto di più: ogni persona informata nel mondo, meno ignoranza, più facilità nelle cure.
Da noi, in Italia, si è sempre detto: ‘”Non è difficile curare l’epilessia, è più difficile curare chi non ce l’ha (dai pregiudizi)”. Ecco, ogni ambasciatore del Purple Day può fare questo: battere continuamente sulla necessità di fare informazione, sensibilizzare le coscienze, aprire le menti.
Più informati tutti, più facile per noi epilettici accedere alla “vita normale”.
Buon Purple Day! Aprite le menti e vestite qualcosa di porpora oggi… Male non fa e vi rende più belli!

Sveva Stallone, Purple Day Ambassador Milan, Italy.

Pubblicato in: Centrosinistra, Correttezza, Expo 2015, facebook, Fotografia, Giornalismo, Massoneria, Media, Milano, Onestà, Politica, scienza, Sindacati, Sindacato, Sinistra, status, Sveva Stallone, twitter

L’Expo, i droni e le opere di camouflage


image

Non volano più droni sopra Expo. Padiglione svizzero terminato, aree servizio quasi terminate. Vetrine chiuse con la scritta “in allestimento”… Bene, manca poco. Sarà tutta un’opera di camouflage. E a ottobre, quando la FIERA UNIVERSALE si chiuderà, conteremo danni definitivi.

image

La Tour Eiffel, costruita per l’ESPOSIZIONE UNIVERSALE del 1889 (due anni ci han messo!) avrebbe dovuto poi essere smontata. Ecco un simbolo ben riuscito in uno dei momenti di sviluppo maggiore delle tecnologie, scienze e tecniche. Se l’è tenuto con orgoglio il VII arrondissement ed è diventato simbolo della Francia.

Sv.S.