Pubblicato in: Alfredo Stallone, amicizia, caffè, Correttezza, Donne, epilessia, Epilessia, facebook, Genova, Giornalismo, giornalismo, Gnappo Gnappo Sub, mamma, Media, Onestà, pagare le spese, Resistenza, san Marcello Pistoiese, scienza, Sveva Stallone, Valle d'Aosta

Università, una cosa seria


Pensavo a tutte le volte che mi è stato detto “no, Sveva, tu non puoi” e mi è stato spiegato il perché. A volte erano ragioni con una profonda sostanza sotto, a volte solo dovute dalla paura del farmi fare qualcosa che facevano anche gli altri, con timore che non ci riuscissi o mi facessi male. Una vita di “tu non puoi” però, non genera – nel migliore dei casi – persone che hanno grandi sicurezze. A meno che non siano caparbi oltre ogni ragionevole dubbio.

Quando non potere fare delle cose calpesta la sfera dell’istruzione prima di tutto, si rimane – se non si può andare oltre la scuola dell’obbligo – mentalmente e psicologicamente monchi. E come se non bastasse – c’è sempre gente che fa (e farà) di  tutto per farti sapere che non hai compiuto la scelta giusta a non frequentare corsi superiori e successivamente l’Università. Come se FOSSE STATA UNA SCELTA.

BASTA RECRIMINARE

Detto questo, pensa sempre che si possa rimediare, vai oltre l’età e il limite dei tuoi studi (di fatto è un pezzo di carta che te lo dice, tu poi sei andata o andato avanti, magari hai un titolo professionale, hai fatto altre cose e continui a studiare) e inizia ad agire. Scoprirai che puoi farlo anche lavorando, anche da casa, quando vuoi.

COSA FARE PER FREQUENTARE CORSI UNIVERSITARI

Se non sei riuscita (o riuscito, va da sé) ad andare avanti, ecco alcuni suggerimenti (in rete ne trovi altri per chi ha già compiuto gli studi superiori, se vuoi fare l’Università on-line): segui questo link al post, oppure fai come ho fatto io; iscrizione a Class Central un sito dove sono riunite tutte le Università al mondo che offrono corsi on-line (attualmente mi sono iscritta anche a Federica il sito dell’Università Federico II che offre i famosi corsi on-line anche per chi deve laurearsi. Ma c’è negli USA l’University of the Peolple che fa ancora meglio superando il sistema italiano (e quello di molti altri Atenei), con vere e proprie lauree al posto del rilascio di attestati.

 “E’ UN PO’ TARDI PER STUDIARE, NO?”

No, sappiate che non è mai tardi per studiare o fare qualsiasi altra cosa alla quale tenete davvero. E poi – dopo essere andati a lavorare a 13 anni – che volete ancora? Non avete già dato? E’ ora che pensiate un po’ a voi stessi. Con buona pace di chi pensa che una laurea conseguita venti anni fa sia il massimo cui abbia potuto aspirare e che sia più intelligente di voi (e tanti altri) solo per questo.

Andate e studiamo!

Sveva Stallone

Autore:

SVEVA è arrivata anche qui... c'era da immaginarselo. Intanto, la frase che meglio la descrive è: "Quando faccio la brava sono molto brava, quando faccio la cattiva sono meglio". (Mae West)