Pubblicato in: Giornalismo

Scusa, hai un euro?


- IL C O R R I E R E della S V E V A -- Un altro punto di vista

Da non crederci, anche qui a Chatillon ci sono persone che fanno fatica a tirare a fine mese. Una ragazza mi ha fermata stamattina chiedendomi un euro per un caffè, dicendomi che non ha ricevuto lo stipendio.

In Italia non bastano mai…

Ne avevo due e glieli ho dati, almeno fa colazione. Riflettendo: era vestita bene, begli orecchini, bel trucco. Bella borsa anche… Sembrava me, nelle cui condizioni mi sono trovata diverse volte: completamente senza soldi per tirare avanti fino a fine mese.

Ora si può sempre chiedere: “ma i tuoi due euro le possono cambiare la giornata?” Me lo chiedo quando lascio dei soldi a qualcuno e la risposta è “magari no”, però al momento può entrare in un bar e bere qualcosa di caldo.

Potevo fare qualcosa di più? Può darsi: fermarmi e parlarle più a lungo, cercare di capire come aiutarla al meglio, accompagnarla da qualche parte…

View original post 42 altre parole

Autore:

SVEVA è arrivata anche qui... c'era da immaginarselo. Intanto, la frase che meglio la descrive è: "Quando faccio la brava sono molto brava, quando faccio la cattiva sono meglio". (Mae West)