Pubblicato in: AICE, amicizia, Astronauti, blog, Correttezza, Donne, EPILEPSY FOUNDATION, epilessia, Epilessia, facebook, Giornalismo, Giornata Mondiale contro le Epilessie, Inps, LICE, Purple Day, Sveva Stallone, Uno, World Epilepsy Day

Crisi, maledizione!


È passato qualche tempo e mi spiace dover scrivere delle crisi, ma le ho avute e devo poterlo comunicare. In questa settimana mi sono capitate in diverse occasioni, tra una video conferenza, un lavoretto come beta tester e (cosa ancora peggiore) mentre preparavo le pizze con mio marito.

Ora è lunedì e pare che la tempesta di crisi si sia fermata: perlomeno oggi non ne ho avute e dato che andiamo verso il 26 marzo, il Purple Day è alle porte, spero che il mio cervello ne tenga conto.

Potete fare qualcosa per il 26 marzo: vestirvi con qualcosa di purple, fare dolcetti purple, divulgare le problematiche delle epilessie ai vostri amici, alle famiglie, sui social, nelle scuole e in qualsiasi altro luogo vi venga in mente. Lo hanno fatto anche nello spazio per il Purple Day del 2019, quindi davvero si può parlarne in ogni luogo.

Ricordatevi che l’epilessia è un problema che viene vissuto male dalle persone che ne sono affette a seconda di come la società li vive e li percepisce. Io da piccola ero costantemente un problema “per gli altri”, soprattutto adulti che non volevano che frequentassi loro figli, ma per fortuna ero aiutata dalla mia famiglia e non mi facevo troppi problemi.

Ho avuto più difficoltà da adulta, passate quando ho iniziato a scegliere amici più intelligenti e comprensivi. Sono affetta da un paio di forme di epilessie e sono farmaco resistente: vorrei tanto far capire all’INPS (che alla fine mi ha negato la pensione), che anche la loro incompetenza non si vede, ma si percepisce tranquillamente. È più facile dare la pensione a un finto cieco con la patente che a un vero epilettico che ha la disabilità civile al 100% e ha serie difficoltà in molte fasi della vita.

Quindi tutto sto pippone per dirvi che: ricordatevi che il 26 marzo è il Purple Day in tutto il mondo, ricordatevi che se conoscete qualcuno che soffre di qualche forma di epilessia dovete magari avere piccole attenzioni in più (luci, stanchezza, terapia, controlli).

Comunque e soprattutto, lovvatevi.

Sveva Stallone

Giornalista con epilessia