Pubblicato in: blog, Cultura, facebook, Fantascienza, IN RIGA EDIZIONI, in riga edizioni, Libertà di espressione, Loiano, racconti, Spazio, stampa, Sveva Stallone, Viaggi

IN RIGA EDIZIONI: I VINCITORI DEL BANDO DI CONCORSO “VIAGGI INTERSTELLARI”


Bologna – 22 novembre 2021 – La casa editrice in riga edizioni è lieta di annunciare i vincitori dell’iniziativa del Primo Bando di Concorso per nuovi racconti di fantascienza “Viaggi Interstellari”.

Viaggi Interstellari sarà il titolo della prima raccolta della collana Space & Science Fiction, nella quale faranno la comparsa i nuovi racconti e romanzi di fantascienza italiana che sarà curata da Sveva Stallone. Ma non finisce qui: come cammeo, la nuova collana si aprirà con un originale inedito di Gabriella Scialdone, prima tra le grandi firme della SF italiana ad aver aderito all’iniziativa della casa editrice in riga edizioni.

Si è trattato di un vero successo – abbiamo avuto infatti un numero di partecipanti davvero inaspettato –. I racconti vincitori sono stati caratterizzati da una grande originalità e sono tutti davvero avvincenti.

Eccoli qui presentati:

1) CORRADO ARIS – ASCENSIONE

2) ROBERTO VERONI – LA MALEDIZIONE DELLE I

3) BRUNO STANISLAO – CUSTODE DI UN SEGRETO

4) SABINO CASSATELLA – LUX ÆTERNA

5) ROBERTO MASINI – BETA VULGARIS

I vincitori saranno contattati nei prossimi giorni per prendere accordi con la casa editrice per la pubblicazione della loro opera nella raccolta Viaggi Interstellari, che è programmata per marzo 2022.” ha dichiarato Matteo Lanfranchi, editore.

in riga edizioni è una casa editrice che risiede a Bologna e ha all’attivo molte opere che vanno dall’architettura allo spazio, passando per i Web Studies, psicologia, matematica, ingegneria, latino, ma anche libri di didattica e dizionari vari. Un bel sito web, completo di chat di aiuto, carrello, shop e l’immancabile print-on-demand permettono al lettore di navigare e scegliere tra i testi a lui più congeniali.

in riga edizioni, via Sant’Isaia 6 – 40123 Bologna. info@inriga.it www.inriga.it

Pubblicato in: Albino Carbognani, Astronauti, Astronautica, blog, Cultura, Donne, Fabrizio Stallone, facebook, Giornalismo, Nicoletta Stallone, scienza, Spazio, Stati Uniti, Sveva Stallone, Uno, Viaggi

July 20, 1969: One Giant Leap For Mankind. Quando il mondo intero si fermò con lo sguardo verso l’alto.


Un post che magari si perderà tra i tanti dedicati al 50° dello sbarco lunare, ma con qualcosa in più. Sul sito della NASA (National Aeronautics and Space Administration) c’è il filmato originale dell’impresa più grande dell’umanità e per chi in quei giorni non era nemmeno in “mente dei”, ho deciso di pubblicarlo. Così com’è, come lo hanno trasmesso i nostri apparecchi tv dell’epoca, in bianco e nero sgranato, così come le nostre menti lo hanno fotografato. Fotogramma per fotogramma.

Il giorno dopo segnerà la storia di tutti i “day after”: il 21 luglio avrebbe aperto con una corsa mai vista verso un totale di sette missioni (Apollo 11 compresa e contando anche la missione di Apollo 13, mai arrivata sulla Luna), terminata nel 1972, con l’ultimo uomo a camminare sul nostro Satellite, Eugene Cernan (“Gene”, morto nel 2017).

Un paio di curiosità poi vi lascio alla Storia: in tutto il mondo sono state solo 12 le persone a camminare sul suolo del nostro Satellite e, naturalmente, l’impronta che tutti abbiamo in mente – quella lasciata da Neil Armstrong dopo aver pronunciato la frase più importante del mondo (“E’ un piccolo passo per l’Uomo, un grande balzo per l’Umanità”) non c’è più: cancellata dai passi fatti tutti attorno al LEM (Lunar EXCURSION Module – Modulo di Escursione Lunare) da Edwin Eugene “Buzz” Aldrin, sceso venti minuti dopo Armstrong.


E ora mettetevi seduti e godetevi l’atterraggio*. Siamo arrivati!

At 10:56 p.m. EDT Neil Armstrong is ready to plant the first human foot on another world. With more than half a billion people watching on television, he climbs down the ladder and proclaims: ‘That’s one small step for a man, one giant leap for mankind.’

Sorgente: July 20, 1969: One Giant Leap For Mankind

Vi lascio con altre due cose interessanti:

https://www.nasa.gov/press-release/nasa-celebrates-50th-anniversary-of-historic-moon-landing-with-live-tv-broadcast

Il link appena sopra è la celebrazione del 50° anniversario che l’Amministrazione Spaziale Statunitense dedica all’evento… Fateci un salto!

https://apolloinrealtime.org/11/mobile/

Questo link, invece, me lo ha segnalato un caro amico – Tommaso – che conosce la mia passione per la missione lunare. Di meglio per il 50° non potevo ricevere, lo condivido con voi. Provatelo. Ne rimarrete stupiti!

Sveva Stallone (21 luglio 1969, otto anni e spiccioli. Mi ricordo tutto e sì, anche io sognavo di diventare astronauta).

*Si chiama atterraggio, non è un errore. Il LUNAR EXCURSION MODULE è atterrato sulla Luna, non allunato.

ISS HD Live: un’ancora di salvezza nel caos del mondo


Ripropongo un post spaziale, perché alcune cose vengono ignorate, ma sarebbe opportuno dare un’occhiata più approfondita alle medesime. Lo spazio non attira solo me, è fonte di bellezza e serenità e fa davvero pensare alla piccolezza dell’essere umano.

La Stazione Spaziale Internazionale ripresa da una delle fotocamere interne. Fino alla penultima immagine sta per entrare (-4 minuti) nella zona del tramonto della Terra. Poi ci vorranno 38 minuti per uscire “a rivedere le stelle”.

I riflessi che notate soprattutto nelle ultime immagini mostrano l’obbiettivo della fotocamera.

Si nota qualche scritta (Leica)… Osservare lo Spazio è qualcosa di indescrivibile. Poterlo fare con una app non ha prezzo, soprattutto in momenti “no”. Fa comprendere quanto davvero piccoli siano i problemi, visti da un’altra prospettiva.

Ora godetevi questo piccolo giro all’interno della ISS, come se guardaste fuori. E provate a pensare… “Ma che me la prendo a fare?”

Sv.S.